Copywriter, ma tu sai come realizzare un webinar da SWAG?

27 nov

A un certo punto della tua vita tu, copywriter, lo senti: è arrivato il momento. E allora dici: sì, voglio realizzare un webinar! Aspè, mica un webinar qualunque: devi organizzare un webinar bellissimo, stupendo, super utile, ché sennò non ti si fila nessuno. Okay, ma come realizzare un webinar da SWAG? E soprattutto che vuol dire SWAG??

SWAG in slang vuol dire che spacca, troppo cool, che ha stile. Ecco. Un webinar che spacca tu, super copywriter, lo puoi fare eccome, basta conoscere le dritte giuste. E qui arriva la Vale: anch’io voglio realizzare un webinar e per questo ho fatto tanta, ma tanta ricerca e oggi voglio condividere con te tutto quello che ho imparato per fare il salto da un webinar qualsiasi a uno SWAG style. Che fai, ti fidi di me, Jack? Allora… Saltiamo!

come realizzare un webinar per copywriter

Copywriter freelance + webinar swag = successo

Ci sono tanti motivi per cui organizzare un webinar. Sei un copywriter in gamba: vuoi aumentare la tua visibilità e authority, allargare le tue conoscenze, sollevare un po’ il portafogli. E soprattutto renderti utile. Sai di poterlo fare. I contenuti di qualità sì che sono belli: tutti li apprezziamo e siamo pronti a diffonderli perché ci fanno sentire riconoscenti e più ricchi di prima.
Ora, per qualsiasi motivo tu voglia realizzare un webinar con stile da vendere, ecco tutti i DO’s da ricordare!

Mappa mentale salvavita e headline catchy

Ok, la primissima cosa da fare è trovare l’argomento. Di che vuoi parlare nel tuo webinar? Pensa al tema che padroneggi alla grande, quello in cui sai di poter dare un contributo importante, tutto tuo, nuovo e fresco. Quando l’hai trovato creagli una headline che NON si può rifiutare. Chi la legge deve pensare: “Hai capito. Però. Interessante!”

Il titolo del tuo webinar deve:
Andare dritto al punto. Sintetizza in una frase breve il tema centrale del tuo webinar.
Essere persuasivo. Il tuo obiettivo è stuzzicare e raccogliere iscritti: fallo con una headline simpatica, chiara, stimolante. No alla noia!
Un po’ SEO. Il webinar deve posizionarsi e scalare la SERP, per avere la visibilità che gli serve. Metti le tue parole chiave nella headline.

Esempio pratico:  un webinar sul copywriting persuasivo potrebbe intitolarsi “Copywriting persuasivo: cos’è e come si fa” oppure “Copywriting persuasivo: strega il lettore”. Scommettiamo che preferisci la seconda opzione?

Quando hai trovato argomento e headline, hai bisogno di sviluppare con ordine e precisione il tema. Mica puoi parlare così, a braccio! Allora il mio consiglio è: caro copywriter, preparati una scaletta dettagliata di tutti i temi e sottotemi che affronterai durante il webinar. La scaletta può essere sotto forma di mappa mentale, schema, piano editoriale, scarabocchio su un maxi scontrino ma tu dai forma e organizzazione alle idee e vedrai come ti semplifichi la vita!
Ps: sì a spiegazioni semplici, no a contenuti troppo articolati e complessi!

Slide & piattaforma webinar perfetta: i migliori siti per il tuo webinar

Ora che hai argomento, headline, piano editoriale, contenuti chiari e fruibili a tutti, ti serve la presentazione. Per condividerla puoi usare slideshare. In generale il troppo stroppia ma quando parliamo di webinar, un alto numero di slide aiuta a variare e tenere più viva la concentrazione di chi ti segue.
Adesso tocca alla piattaforma in cui far accedere i tuoi iscritti per seguire il webinar. La piattaforma perfetta non esiste, ma quella perfetta per te sì. La scelta dipende da alcuni fattori come ad esempio: quanti sono i partecipanti, la durata del webinar, il costo che vuoi sostenere, la condivisione dello schermo, registrazione ecc.

Le piattaforme più famose per ospitare webinar sono:
Startmeeting
Anymeeting
Gotowebinar
WebEx

Insomma, per trovare la tua piattaforma devi conciliare i bisogni tuoi e di chi ti segue.

Prova, prova: test e supporto tecnico (e morale)

Ci siamo, sei pronto. O quasi. Un webinar alla grande NON è mai, mai improvvisato quindi prima di dare il via testa che tutto funzioni come deve. Fai delle prove, controlla come vanno video, slide, audio, registrazione. La parte tecnica deve andare bene, anzi di più. Per questo anche durante il webinar fatti affiancare da un’altra persona: un altro copy, un amico smanettone, tuo fratello che ti deve i soldi che gli hai prestato per la pizza di sabato scorso. Insomma, qualcuno che ti segua da dietro le quinte così, se dovesse succedere un imprevisto (tocca ferro!), tu ti distrarrai meno e starai più tranquillo: hai qualcuno ti copre le spalle.

Adesso un’altra accortezza da copywriter super capace è: togli di mezzo smartphone, social network e qualsiasi altra forma di disturbo. Pare brutto che stai parlando quando ti arriva una whatsappata, o ti squilla il telefono!

Pubblicità: post, landing page, twittate e compagnia bella

Va bene: sei ready to go. Però aspetta ancora un minuto: ci hai pensato? Devi farti pubblicità! Promuoviti con stile: con un po’ d’anticipo dedica un post del tuo blog al webinar oppure, per fare una cosa ancora più swaggosa, creagli una landing page tutta sua. Se hai una newsletter, un mese prima inserisci la news webinar per farla circolare.

Last but not least: cura i tuoi social network. Senza stare a tartassare i tuoi amici su FB o i follower di Twitter, fagli sapere che stai per organizzare un webinar stramitico. Lancia su Twitter un hashtag così chi segue il webinar potrà twittare real time con l’hashtag che hai creato per l’occasione.

Per concludere!

Allora che ne dici, copywriter: si può fare questo webinar da SWAG? Ma soprattutto: sono un po’ fuori e mi sono scordata qualcosa? Aggiungi i tuoi preziosi consigli nei commenti: sono pronta a segnare tutto!

Photo credit: Valentina Medori

The following two tabs change content below.
Sono #webwriter #copywriter freelance e #blogger. Modella la tua comunicazione, dai stile ai tuoi contenuti: questo è il mio motto!
Altro... Web Writing & Copywriting
intervista copy web 2
Copywriter e web writer: due facce della stessa medaglia? [INTERVISTA]

Credete che web writer e copywriter siano la stessa cosa? Non vi siete mai posti questa domanda ma nno avete...

acciuffa
#acciuffaparole: dieci curiosità sulla punteggiatura

Che siate giornalisti, copy o web editor, una cosa è certa: saper mettere al posto giusto una virgola o un...

Chiudi