About the author

Flavio Mazzanti

Bolognese, classe 85, SEO Freelance. Laureato in Ingegneria, Arbitro di Calcio a 5, Docente.. giusto per tenere le giornate occupate. Il web rappresenta la mia passione, la mia sfida, il mio colpo di fulmine. Analizzo ogni cosa mi passi sott’occhio e sono sempre in attesa di questa tanto sollecitata fine della SEO…

Related Articles

Lascia un tuo Commento!

3 Comments

  1. 1

    Andrea

    Grazie per questo articolo!
    Io ho iniziato da un mese a fare blogging e sto proprio studiando SEO e linkbuilding, per cui leggere questo articolo mi è servito per avere maggiori chiarimenti e anche alcune conferme.
    Io di sicuro credo nella linkbuilding, se non altro perché la settimana scorsa, grazie alla mia paziente attività in questo senso, ho scalato il global ranking di Alexa di ben 12 milioni di posizioni da un giorno all’altro, anche se non ricordo ora le date precise. Sono passato da una posizione oltre i 18 milioni ad una sui 6 milioni e 300 mila nell’arco di una nottata e, nei giorni successivi, la salita è continuata più lentamente e ho scalato altre 20 mila posizioni circa. Poi negli ultimi due giorni ho perso qualcosina, anche perché non ho lavorato per le feste, ma sto sempre lì più o meno.
    Nella mia linkbuilding, svario tra directory, post nei forum, commenti nei blog, link social, comunicati stampa, article marketing, social bookmarking, in futuro spero anche guest blogging e poi altro che imparerò in seguito 🙂
    In futuro, visto che non sono ancora esperto del settore, non so come evolverà la linkbuilding, ma spero che lo farà nel senso di dare una maggiore importanza a quei link che sono davvero naturali ed espressione delle opinioni delle persone, quindi credo che, per le mie conoscenze attuali almeno, saranno sempre più importanti le citazioni e quindi i backlinks provenienti da altri siti. Per i link sui social non so, possono essere manipolati facilmente e penso che Google lo sappia.

    Reply
    1. 1.1

      Flavio Mazzanti

      Grazie a te Andrea della lettura e del prezioso commento!
      Il ranking di Alexa è sicuramente un ottimo indicatore da tenere sotto controllo, ma il ranking reale da tenere sotto controllo resta sempre il posizionamento sui vari motori di ricerca, Google – ovviamente – in primis!
      Se stai lavorando su un blog, il mio consiglio è sicuramente quello di costruirti una tua personale piramide delle keyword (ne parlerò anche su 4writing) e basare la tua strategia di link building su di loro…
      La link building non è l’unica strada ma rappresenta una strada importante… curando al massimo il tuo blog otterrai sicuramente Link in ingresso reali e che ti daranno quel salto di qualità che ti permetterà di scalare la SERP e di essere certamente più visibile dal gruppo di utenti che fa ricerche sui mdr.
      Ricorda però sempre di andare con calma, scegli accuratamente dove e come posizionare link, usa siti autorevoli e possibilimente di riferimento rispetto alla tua attività!
      Il Social è un canale parallelo… ti porta visibilità che si trasforma in un innalzamento delle visite uniche, di permanenza sul sito, di pagine visitate e un abbassamento del bounce rate… tutti dati che i mdr utilizzano per redigere il proprio rank!

      Reply
      1. 1.1.1

        Andrea

        Grazie mille per i consigli!
        Attendo l’articolo sulla piramide delle keyword, perché mi ha incuriosito 🙂

        Reply

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

captcha

Please enter the CAPTCHA text

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Privacy. Web Master/Graphic Fusion Lab09

Shares